felsineaCarpClub

Vai ai contenuti

Menu principale:

Castel dell'Alpi

Itinerari
 
 
 
Castel dell'Alpi


Castel dell'Alpi si trova nell'appennino Tosco emiliano, tra boschi di castagni e querce;e' un lago di origine naturale formatosi nella meta del 900 a seguito di una rovinosa frana che sbarro' il corso del fiume Savena. La sua forma e' simile ad un imbuto, dove la parte superiore, la piu' stretta, oggi e' profonda poco piu' di cinquanta centimetri con un fondale formato da malta e foglie. Questa zona e' sovrastata da due ponti, dai quali in primavera si possono osservare branchi di piccole carpe e tinche intente ad alimentarsi.Oltre il secondo ponte il lago inizia ad allargarsi variando la sua profondita' da tre metri e mezzo fino a tredici metri nella parte piu' centrale.Su un lato di questa zona troviamo canneti e legnaie che interessano le sponde, fino ad arrivare ad un ansa, caratterizzata da un folto canneto questa e' un adelle zone di maggior interesse per noi carpisti che posizionandoci nella sponda opposta, con l'utilizzo della barca riusciamo a calare le esche.Oltre questa zona il lago prosegue facendo una curva verso destra qui conserva ancora un fascino selvaggio dove numerosi alberi sommersi e profondi canneti caratterizzano le sue sponde sempre meno accessibili se non con l'utilizzo di una barca.Questo lago e' adatto alla pesca sia a lancio che con la barca a seconda delle zone che si intendono affrontare.Consiglio in tutti i casi una pasturazione preventiva fatta da molte granaglie e poche boiles.Durante la sessione di pesca consiglio una pasturazione leggera intorno al nostro innesco.Non privilegio una boiles particolare in quanto sono state catturate carpe con ogni tipo di mix e aroma. Le montature che utilizzo prevalentemente sono lunghe dai venti ai trenta centimetri con un innesco snow man con ami e boiles di dimensioni generose. Essendo in Emilia Romagna le regole vigenti sono molto severe; la pesca e' consentita con una sola canna dall'alba al tramonto e le esche non devono superare il chilo di peso. Nel lago non sono mai stati catturate carpe oltre i diciassette chili, ma credo che vi siano esemplari di taglie superiori.Vi sono presenti anche amur di discrete dimensioni, tinche e lucci. Su questo lago si sentono diverse leggende, riguardo ai pesci che vi risiedono;oltre all'avvistamento di carpe a dir poco gigantesche pare che negli anni settanta vi siano state immessi diversi storioni che ancora oggi sono vivi e vegeti ed hanno raggiunto la lunghezza di due metri. Questo itinerario non e' di certo adatto a chi insegue il pesce della vita, ma sono sicuro che possa regalare emozioni e grandi soddisfazioni, come ha dato a me che ci pesco da diversi anni.


Christian e Erica







 
Torna ai contenuti | Torna al menu