felsineaCarpClub

Vai ai contenuti

Menu principale:

Etica

 
 
 
Etica

Ci sono due comportamenti che possono fare la differenza tra un pescatore e un carpista, uno è sicuramente il rispetto dell’ambiente un luogo che dovremmo trovare vergine ed incontaminato, sempre che prima di noi non ci siano stati degli incivili, e il nostro dovere è proprio quello di lasciarlo pulito come e più di come lo abbiamo trovato, collegato a questo aspetto c’è la cura con cui trattare le carpe che da cibo di un tempo si è evoluta a compagna di divertimento, ed è per questo che va tutelata e protetta da qualsiasi tipo di incuria visto che è il nostro patrimonio futuro e non ci chiede che qualche attenzione e un po di cibo per farci passare giornate memorabili e alimentare la nostra passione.Il secondo aspetto di maturazione è quello della collaborazione, che vuol dire scambiarsi idee e segreti ma su tutto rispettare i sacrifici degli altri, tutti sappiamo che è dura preparare un posto allestendo il campo ma il peggio è andarlo a pasturare specie quando è lontano e purtroppo ciò è frequente, chi sceglie delle scorciatoie è quello che lo fa anche nella vita quotidiana ed è scorretto, ma questo lo sa anche chi quel posto lo occupa abusivamente, legato alla morale visto che nessuna legge vieta di occupare un sito se al momento è libero ma qui nasce l’eterna distinzione, se so che un tizio pastura una posta non ci vado ma se non lo so da chi mi devo informare preventivamente? Ha più diritto un pescatore locale o un pellegrino che ha fatto centinaia di Chilometri per pescare in quella lanca? (e da questo deriva spesso la disinformazione sulla assegnazione dei luoghi di pesca che non ho capito se vengono estratti o vinti a una gara di rutti) ma la cosa che vale la pena fare secondo me è di mettersi più spesso nei panni degli altri e anziché giungere ad affrettate conclusioni provare a capire e ad articolare un piccolo chiarimento VERBALE. Alcune pescate si sono concluse saldando amicizie inaspettate perché in ultima analisi se c’è correttezza si trova sempre una corretta soluzione e visto che spesso la verità sta nel mezzo tutti hanno gli stessi diritti e a volte bisogna dividere i luoghi che avevamo scelto per noi ma se in tanti ragionassimo così avremmo uno scambio di cortesie che porterebbe ad elevarci a pescatori degni di questo nome.


                                                                                   Dodi Alessandro

 
Torna ai contenuti | Torna al menu